Perché il viaggio astrale migliora la tua vita in meglio

Posted in News by Nessun commento

Questo sito, come ben saprai, si incentra sulla pratica del viaggio astrale, ovvero la reale e concreta possibilità di “uscire dal corpo”.
Se non sai di cosa sto parlando, ti invito a leggere l’articolo Cos’è il viaggio astrale.

Uno dei compiti di ViaggioAstrale.net, è quello di cancellare le tante leggende metropolitane che girano attorno a queste esperienze, ed incitare le persone a provare di persona.

Perché faccio questo?
Innanzitutto perché non sono un venditore di fumo o un ciarlatano, su queste pagine non mi vedrete mai dire “dovete credere nell’esistenza del viaggio astrale!”.
Io non voglio far credere niente a nessuno, il viaggio astrale non è una religione ma un’esperienza che tutti possiamo provare, ed incito a farlo
perché questa PUO’ SICURAMENTE CAMBIARE IN MEGLIO LA TUA VITA.

Può sembrare una frase di effetto e nulla di più, ma in realtà è un semplice dato di fatto.
Avere un’esperienza extracorporea è un modo potente per migliorare radicalmente la tua vita, perché si acquisisce la consapevolezza di continuare a vivere dopo la morte.
Tutti gli uomini temono la morte, ed è normale che sia così, il problema è che la maggiorparte di noi avendo paura di morire, ha anche paura di vivere, e non c’è nulla di più sbagliato in questo.

Se si vive la vita con l’angoscia di credere che il giorno della nostra morte si cadrà nel “nulla”, oppure credendo che un qualcuno ci giudicherà in base alle nostre azioni, è come avere costantemente un enorme macigno sopra la schiena.
Chi ha la sua prima esperienza extracorporea, si toglierà per sempre da questo peso e potrà vivere appieno la sua vita.

Così è stato per me, e lo sarà anche per te.

Ecco perché il compito di ViaggioAstrale.net è quello di far conoscere a tutti la possibilità di uscire fuori dal corpo, affinché essi possano sperimentare di persona e comprendere l’esistenza della vita dopo la morte.
Cosa accadrebbe se tutto il mondo avesse la certezza di questo?
Difficile immaginarlo, ma sicuramente si vivrebbe con la consapevolezza di vivere per sempre, e scusa se è poco 

Lascia un commento